Grant Bourzikas

Grant Bourzikas

Chief Information Security Officer (CISO) e VP di McAfee Labs per strategia e scienza dei dati

Grant Bourzikas è chief information security officer (CISO) e vice president di McAfee Labs per strategia e scienza dei dati.

In qualità di CISO, Bourzikas è responsabile della strategia di sicurezza informatica e fisica di McAfee, comprendente la fornitura di architetture e soluzioni di sicurezza, la governance della sicurezza, il rischio e la vulnerabilità, le operazioni di sicurezza e i programmi di intelligence. In qualità di Cliente Zero di McAfee, ha la responsabilità di proteggere le organizzazioni di McAfee implementando e rendendo operativi la sicurezza endpoint di McAfee, il rilevamento delle minacce avanzate, la gestione della sicurezza e degli eventi e i prodotti per la sicurezza nel cloud.

Come VP di McAfee Labs per strategia e scienza dei dati, Bourzikas ha il compito di guidare la visione e la direzione strategica per la piattaforma di architettura dati delle informazioni sulle minacce di McAfee. Inoltre dirige la nostra organizzazione per la scienza dei dati, impegnata sulla definizione della strategia e governance generali dei dati per McAfee Labs.

Prima di questo ruolo, Bourzikas ha lavorato per 19 anni nei settori della strategia di sicurezza informatica, dell’architettura, dell’ingegneria e delle operazioni. È stato quattro volte CISO, accumulando esperienza in un’azienda specializzata in giochi appartenente all’elenco Fortune 500, in un’organizzazione di servizi finanziari e di intermediazione di alto livello e in una società specializzata nei servizi per le infrastrutture critiche inserita nell’elenco Fortune 500. Bourzikas ha iniziato la sua carriera nel settore della contabilità pubblica, dirigendo team di consulenza specializzati in strategie e valutazioni sulla sicurezza informatica.

Bourzikas ha conseguito una laurea in economia presso l’Università del Missouri–St. Louis ed è un commercialista abilitato (Certified Public Accountant). Sta studiando per conseguire un master in informatica e apprendimento automatico presso la Southern Methodist University. È stato inoltre inserito dalla rivista Computerworld nell’elenco delle “40 persone innovative sotto i 40 anni da tenere d’occhio.”