Intel Security

Risposta e individuazione degli endpoint: le cinque cose più importanti da sapere

In un’epoca in cui le violazioni della sicurezza aziendali sono sempre più comuni, è importante valutare lo stato della soluzione di sicurezza endpoint della propria organizzazione. I comuni prodotti di sicurezza endpoint che non richiedono manutenzione offrono una protezione di livello basilare, inadatta a reggere l’impatto con gli attacchi mirati avanzati. È qui che entra in gioco la nuova generazione della sicurezza endpoint: la risposta e l'individuazione degli endpoint. Ma cosa si intende esattamente per risposta e individuazione degli endpoint? Ecco le cinque cose più importanti da capire sulla risposta e individuazione degli endpoint al fine di rinforzare la prevenzione antiminacce della propria azienda.

Risposta e individuazione degli endpoint
  1. Cos’è la risposta e individuazione degli endpoint?
    La risposta e individuazione degli endpoint è una soluzione di sicurezza completa, studiata per integrare le tue difese esistenti. Questa misura di protezione avanzata degli endpoint fa passare la sicurezza dall’approccio reattivo al rilevamento e prevenzione delle minacce ancor prima che raggiungano la tua organizzazione. Secondo Gartner, “Le organizzazioni che investono negli strumenti EDR (risposta e individuazione degli endpoint) passano consapevolmente dalla mentalità di “risposta agli eventi” a quella di “monitoraggio continuo”, per cercare quegli eventi che sanno verificarsi costantemente.”
  2. Come funziona?
    La soluzione Intel Security di risposta e individuazione degli endpoint si focalizza sui tre elementi essenziali di un’efficace prevenzione delle minacce: automazione, adattabilità e monitoraggio continuo.
    • Automazione: La nostra soluzione si avvale di funzioni logiche per creare trappole e attivatori che scattano in base a vari parametri. Quando viene rilevato un indicatore di attacco (IoA), la nostra soluzione di sicurezza endpoint richiede delle specifiche azioni all’utente in modo da gestire adeguatamente ciascun evento.
    • Adattabilità: Quando gli amministratori sono stati allertati da un IoA, la soluzione endpoint fa scattare una risposta adattiva in base al tipo di attacco rilevato.
    • Monitoraggio costante: Questa persistente tecnologia imposta attivatori e trappole per ciascun attacco, tenendoti aggiornato su ogni evento.
  3. In che modo tale soluzione completa il ciclo di rilevamento delle minacce?
    La risposta e individuazione degli endpoint non va pensata solamente come una miglioria alla tua strategia di protezione degli endpoint: è in realtà l’anello che completa la tua soluzione di sicurezza multilivello. Si tratta di una tecnologia fondamentale che non solo rinforza la tua soluzione di sicurezza endpoint e include altre tecnologie essenziali come l’antivirus e il controllo delle applicazioni, ma ti aiuta anche a gestire e a neutralizzare le minacce per i dati in un modo complessivamente più efficiente.
  4. Perché hai bisogno della risposta e individuazione degli endpoint?
    Nel 2015 le violazioni dei dati hanno raggiunto la cifra di 1.540, un drastico +46% rispetto all’anno precedente. Dato che gli attacchi diventano più mirati e focalizzati sull’elusione del rilevamento, le organizzazioni hanno bisogno di strumenti di facile utilizzo che rilevino gli attacchi prima che colpiscano. Le soluzioni di sicurezza endpoint basilari allertano il reparto IT di una violazione e forniscono una grande quantità di dati. Tuttavia, il fatto di dover vagliare montagne di informazioni fa allungare i tempi della remediation. La risposta e individuazione degli endpoint aumenta l’efficienza della protezione pur acquisendo informazioni dettagliate, in modo che i tuoi addetti possano agire in modo rapido e consapevole.
  5. Qual è l’offerta di Intel Security?
    McAfee Endpoint Threat Defense and Response è una soluzione di sicurezza per gli endpoint che unisce una protezione basata sul comportamento con una visibilità costante e intuizioni potenti per individuare velocemente, contenere, indagare ed eliminare le minacce avanzate a paziente-zero. Un numero di componenti inferiore, le informazioni condivise, una profonda integrazione, e flussi di lavoro unificati riducono lo sforzo necessario per studiare, correggere e aggiornare la protezione, offrendo più tempo agli analisti della sicurezza per concentrarsi su ciò che conta di più.