Cinque modi per proteggere la tua privacy online

Quando apri il computer portatile o il tuo dispositivo mobile, qual è la prima cosa che fai? Vai sul tuo sito social preferito per scorrere le ultime notizie o fai l’ordine settimanale per la consegna della spesa? Indipendentemente dalle tue abitudini quotidiane, anche un minimo di cautela può essere utile per garantire la sicurezza online.

Questo perché gli hacker sono esperti nel nascondere il malware nelle tue abitudini online quotidiane o addirittura nell’infiltrarsi nei cookie per rubare i dati di accesso e conoscere le tue preferenze personali.

Secondo un sondaggio di StatsCan sull’uso di Internet in Canada, sei utenti su dieci hanno dichiarato di aver avuto un problema di sicurezza informatica. Sono molte le trappole da evitare quando si naviga nel panorama digitale, ma prendendo le misure necessarie per rimediare alle vulnerabilità della tua attività digitale, puoi aumentare notevolmente la tua protezione online. 

Tre minacce online da tenere d‘occhio 

I criminali informatici approfittano abitualmente degli utenti online attraverso vie che non ci si aspetterebbe. Ecco i tre modi più comunemente usati per agganciare gli utenti. 

1. Adware 

L’adware (software supportato dalla pubblicità) genera annunci nell’interfaccia utente del dispositivo. Il più delle volte l’adware viene utilizzato per generare entrate per lo sviluppatore, mirando agli ignari utenti online con annunci personalizzati pagati da terzi. Queste terze parti di solito pagano in base alle visualizzazioni, ai clic o alle installazioni delle applicazioni.

Sebbene non sia sempre dannoso, l’adware sconfina in un territorio pericoloso quando viene scaricato senza il consenso dell’utente e con intenti nefasti. In questo caso, l’adware diventa un’applicazione potenzialmente indesiderata (PUA) che può rimanere inosservata nel dispositivo dell’utente per un lungo periodo di tempo. Secondo un rapporto di Cybersecure Policy Exchange, l’installazione o scaricamento indesiderato di un virus o malware è uno dei cinque principali reati informatici subiti dai canadesi. La PUA può poi creare problemi come blocchi frequenti e prestazioni lente.

Gli utenti aggiungono inconsapevolmente un adware al proprio dispositivo quando scaricano un programma gratuito supportato dalla pubblicità oppure visitano un sito non sicuro che non utilizza il protocollo HTTPS (Hypertext Transfer Protocol Secure) per criptare le comunicazioni online. 

2. Malvertising 

Gli hacker utilizzano anche tattiche invasive dette iniezioni di pubblicità, in cui iniettano annunci con codice dannoso per ottenere maggiori guadagni. Si tratta di una pratica chiamata “malvertising“. Se un utente fa clic su un annuncio apparentemente legittimo e ben posizionato, rischia di esporsi a numerose minacce online. Questi annunci possono essere infettati da un malware come un virus o uno spyware. Ad esempio, gli hacker possono sfruttare le vulnerabilità del browser per scaricare il malware, rubare le informazioni contenute nel sistema del dispositivo e controllarne le operazioni. Gli hacker possono inoltre utilizzare il malvertising per architettare le truffe dell’assistenza tecnica, rubare i dati dei cookie o vendere informazioni alle reti pubblicitarie di terzi. 

3. Autocompilazione  

Un’altra vulnerabilità di cui molti non si rendono conto è rappresentata dalle funzioni di compilazione automatica integrate nel browser. Per quanto sia allettante utilizzare la funzione di autocompilazione del browser per riempire un modulo lungo, questa scorciatoia potrebbe non essere sicura. I criminali informatici hanno trovato il modo di acquisire le credenziali inserendo riquadri di accesso falsi in una pagina Web che gli utenti non possono vedere. In tal modo, quando accetti l’opzione di autocompilazione di nome utente e password, riempi anche tali riquadri falsi. 

Consigli per ripensare le tue abitudini online 

La prossima volta che navighi in Internet, adotta un approccio attivo alla protezione digitale riesaminando le tue abitudini online. Dai un’occhiata ai cinque consigli seguenti per assicurarti di essere più al sicuro possibile online. 

1. Elimina i cookie dal browser  

I dati dei cookie possono contenere qualsiasi cosa, dalle informazioni di accesso ai numeri delle carte di credito. I criminali informatici che vogliono sfruttare queste informazioni possono assumere il controllo delle sessioni del browser, fingendosi utenti legittimi per rubare i cookie spostandosi fra reti e server. Di conseguenza è essenziale eliminare regolarmente i cookie per non far cadere in mani sbagliate le proprie informazioni. Apri la cronologia del browser, dove è possibile cancellare i dati associati a ciascuna sessione, compresi i cookie.   

2. Utilizza un affidabile gestore delle password 

La cancellazione dei dati dei cookie del browser rimuove anche gli accessi salvati, per questo motivo l’utilizzo di un gestore delle password può rendere più facile l’accesso agli account online visitati regolarmente.

In molti browser è integrato un generatore e gestore delle password; tuttavia, è meglio affidare i propri nomi utente e password a un gestore dalla buona reputazione. I gestori delle password dei browser non sono altrettanto sicuri, perché chiunque abbia accesso al tuo dispositivo potrà accedere anche alle tue informazioni online. Un gestore delle password  offre una soluzione più sicura, poiché richiede l’accesso con una password principale separata. Inoltre funziona con diversi browser e può generare password più robuste di quelle del browser.   

3. Regola le impostazioni di privacy del browser   

Oltre a eliminare i dati dei cookie, è opportuno regolare le impostazioni del browser per garantire che le sessioni online rimangano private.

Un’altra possibilità è quella di accedere a Internet in modalità di navigazione privata per bloccare automaticamente il tracciamento da parte di terzi: un’opzione semplice e veloce. Per impedire il tracciamento da parte di terzi come inserzionisti e siti Web, puoi anche attivare la funzione antitracciamento del browser. Inoltre puoi regolare le impostazioni del browser per bloccare gli annunci popup e controllare le autorizzazioni concesse ai siti, come l’accesso alla videocamera e alla posizione.  

4. Utilizza un blocco degli annunci  

I blocchi eliminano gli annunci indesiderati e potenzialmente dannosi per garantire un’esperienza di navigazione più sicura. I blocchi degli annunci facilitano inoltre la visualizzazione delle pagine, rimuovendo gli annunci che distraggono e ottimizzando la velocità di caricamento. Non solo: impediscono ai siti Web di tracciare quelle informazioni dell’utente che possono essere vendute dai terzi. 

5. Utilizza una soluzione di sicurezza affidabile  

L’adozione di una soluzione di sicurezza come McAfee+ Ultimate garantisce un’esperienza di navigazione in Internet più sicura grazie a un approccio onnicomprensivo per il rilevamento, la protezione e la risoluzione delle minacce. Dotandoti di un gestore delle password, di un software antivirus e di una protezione firewall, puoi evitare efficacemente le minacce online mentre navighi in Internet. Inoltre è inclusa una protezione completa della privacy e dell’identità, con rimozione dei dati personali, monitoraggio del dark web, monitoraggio del credito e le modalità per bloccare o congelare rapidamente la tua linea di credito ed evitare l’apertura di conti a tuo nome. 

Agisci per garantirti una navigazione sicura 

Il tuo comportamento online può dire molto su di te, quindi assicurati di salvaguardare la tua protezione su Internet. Che si tratti di malvertising o di moduli invisibili, gli hacker possono raccogliere informazioni per farsi un quadro della tua identità e prenderti di mira con tattiche ingannevoli. I criminali informatici sono sempre alla ricerca delle vulnerabilità, perciò valutare le proprie abitudini online al più presto è un primo passo fondamentale per una navigazione online più intelligente.  

FacebookLinkedInTwitterEmailCopy Link

Mantieniti al corrente

Seguici per essere sempre al corrente delle notizie di McAfee e delle ultime minacce alla sicurezza per consumer e dispositivi mobili.

FacebookTwitterInstagramLinkedINYouTubeRSS

More from Trucchi e consigli sulla sicurezza

Back to top