Loading...

Controllo genitori

6 domande sulla sicurezza online di tuo figlio

Cos’è il Controllo genitori?


Gli strumenti definiti “Controllo genitori” consentono ai genitori di gestire l’utilizzo di Internet da parte dei propri figli. Sono disponibili in diverse modalità ed estensioni, ma possono includere funzionalità come filtraggio di siti Web e contenuti, gestione del tempo di attività dello schermo e altro ancora.

Alcuni dei dispositivi, delle app e dei siti Web preferiti di tuo figlio hanno il Controllo genitori integrato, ma è importante conoscere tutto quello che possono fare per sapere se hai bisogno di una soluzione più sicura. Prima però, è importante pensare all’età e al livello di maturità di tuo figlio per aiutarti a decidere a cosa può accedere e a cosa no.  

Perché è così importante garantire la sicurezza in Internet per i bambini?

 

Quando si tratta di sicurezza online per i bambini, potresti domandarti se è giusto consentire a tuo figlio di accedere a Internet. Le statistiche parlano chiaro: secondo il Pew Research Center, i bambini di età compresa tra 8 e 12 anni trascorrono circa 6 ore online ogni giorno, mentre gli adolescenti ne trascorrono in media 9 e, anche se ne limiti l'accesso a casa, i bambini trascorreranno sicuramente del tempo online a scuola o a casa degli amici.

Con così tanti modi che tuo figlio ha a disposizione per accedere a Internet, è importante che ti ponga le seguenti domande per aiutarlo a navigare in sicurezza in questo mondo a lui poco conosciuto.

A che età un bambino dovrebbe avere accesso a Internet?

 

Per prima cosa cerca di capire se tuo figlio è pronto per andare online. Non c’è un metodo particolare per determinare a quale età il bambino sarà pronto per Internet, ma secondo Child Trends, il 41% dei bambini dai 3 ai 5 anni e il 57% dei bambini dai 6 agli 11 anni usano Internet a casa. Anche se cerchi di limitare l’accesso a casa, non potrai fare nulla quando vi accederà a scuola.

Ma solo perché tuo figlio può accedere a Internet, non significa che debba accedere a qualsiasi contenuto disponibile in rete. È importante cercare app e siti adatti alla sua età per capire quando potrebbe essere pronto ad usarli e per valutare se è abbastanza maturo per farlo.

Fortunatamente, molti siti e app, in particolare i siti di social media, hanno limiti di accesso in base all’età che possono guidarti nella scelta. Facebook, Instagram, Tik Tok e YouTube richiedono agli utenti di avere almeno 13 anni. Ma si tratta solo di linee guida: è tuo compito in quanto genitore decidere se tuo figlio di 13 anni è pronto per accedere a questi siti e app.

Se decidi che tuo figlio è pronto e sa come configurare account e app o se è pronto per avere un telefono o un dispositivo tutto suo, hai a disposizione alcuni strumenti per proteggerlo da eventuali minacce.

Come posso proteggere mio figlio su Internet?

 

A volte, anche con le migliori intenzioni, i bambini possono imbattersi in siti e contenuti pericolosi senza volerlo, perciò è importante impostare un livello di sicurezza online per i bambini utilizzando strumenti gratuiti su alcuni dei siti, app e dispositivi preferiti di tuo figlio.

  • Controllo genitori per iPhone: limita determinati contenuti e app e imposta i limiti di tempo di attività dello schermo. Se il tuo bambino ha il suo iPhone personale, aggiungi il suo dispositivo alla tua “rete domestica” dalle impostazioni dell’attivazione dello schermo del telefono. Da lì, anche se condividi un dispositivo, puoi impostare diversi di controlli. 

  • Family Link di Google (per dispositivi Android): ti consente di impostare i controlli e i limiti di tempo dello schermo in remoto, direttamente dal tuo dispositivo. Per iniziare, cerca Family Link di Google su Google Play.

  • Modalità di sicurezza di YouTube: consente di bloccare i contenuti rivolti a un pubblico adulto. In ogni pagina di YouTube, cerca il piè di pagina che elenca le tue impostazioni. Fai clic sul pulsante “Modalità con restrizioni” per attivare o disattivare questa funzione.  

  • Safe Search di Google: consente di filtrare ed escludere i contenuti sessualmente espliciti dai risultati di ricerca di Google. Controlla le impostazioni di ricerca per configurarlo o attivalo per tutti gli utenti di età inferiore ai 13 anni tramite l'app Family Link di Google. 

  • Impostazioni sulla privacy dei social network: consente di limitare le attività e le informazioni di tuo figlio solo ai suoi amici e di controllare chi può seguirle. Controlla le impostazioni dell’account del social network di tuo figlio per modificare chi può visualizzarle. 

Questi strumenti non bloccano tutti i siti illeciti, quindi potresti prendere in considerazione la possibilità di trovare un’ ulteriore soluzione di controllo genitori per migliorare la sicurezza online di tuo figlio.

Il controllo genitori è efficiente?

 

Se ti stai ponendo questa domanda, è importante sapere che non sei solo. Secondo uno studio del 2019 del Pew Research Center, il 52% dei genitori usufruisce delle app per limitare l’accesso a determinati siti.

E c’è un buon motivo per farlo: se utilizzati in collaborazione con i genitori e una guida efficiente, i controlli genitori possono aiutare a incoraggiare sane abitudini online nel bambino e a proteggere la rete e i dispositivi di casa. Tali controlli possono non solo limitare la durata di attivazione dello schermo e i contenuti espliciti, ma anche prevenire la criminalità informatica e il furto di dati, allontanando il bambino da rischiosi comportamenti online che potrebbero portare a una violazione.

Ecco perché è un’ottima idea considerare la possibilità di mettere insieme il controllo genitori e il software di sicurezza informatica, in modo che possano collaborare per mettere la tua famiglia al sicuro online. McAfee® Total Protection viene fornito con McAfee® Safe Family, ed è in grado di offrirti un insieme di utili funzioni di controllo genitori oltre a un pluripremiato antivirus per aiutare a proteggere i tuoi dispositivi domestici e la tua rete.

Anche se cercherai di proteggere di più tuo figlio a casa, prima o poi andrà online da un altro dispositivo o rete, magari con uno dei suoi amici che non ha impostato il tuo stesso livello di controllo genitori. E qui entra in gioco l’educazione.

Come insegno a mio figlio l’importanza della sicurezza in Internet?

La chiave del successo della genitorialità nell’era digitale è mantenere una conversazione sempre aperta con il proprio figlio e prendersi il tempo di insegnargli i comportamenti fondamentali da tenere per restare al sicuro in Internet, come le regole elencate di seguito. 

  • Non inserire nessuna informazione personale online prima di averne parlato con i tuoi genitori, incluso il tuo nome, indirizzo, numero di telefono e altro ancora.  

  • Non condividere le tue password con nessuno, nemmeno con gli amici.  

  • Non dire nulla online che non diresti di persona e, se ricevi messaggi o commenti cattivi, dillo ai tuoi genitori.  

  • Non caricare foto o scaricare file senza averne parlato con i tuoi genitori.  

  • Non parlare con nessuno che non conosci online e non incontrare nessuno di persona che hai già incontrato online.  

  • Se ti imbatti in qualcosa online che ti mette a disagio, non nasconderlo ma spiega ai tuoi genitori come l’hai trovato, come puoi evitarlo in futuro e fai tutte le domande che vuoi sul contenuto trovato.  

In alcuni casi, i figli potrebbero saperne più dei genitori sulle esperienze online, ed è per questo che mantenere sempre una comunicazione attiva è un aspetto molto importante. Più i genitori si dimostreranno disposti ad ascoltare, più i figli saranno pronti a parlare della loro attività online, permettendogli di guidarli verso buone abitudini.