Sconfiggi le chiamate automatiche sul loro terreno

Alcune truffe emettono un suono rivelatore: drin, drin! Già, le temibili chiamate automatiche, che però puoi sconfiggere sul loro terreno.

Forse si tratta di una chiamata per prolungare la garanzia dell’auto (che non possiedi). O magari vogliono offrirti un servizio di estinzione del debito a un tasso incredibilmente basso. Chiamate automatiche come queste possono diventare rapidamente fastidiose, se non sono vere e proprie truffe.

Negli Stati Uniti, le chiamate indesiderate sono al primo posto fra i reclami dei consumatori inviati alla Commissione Federale Comunicazioni (FCC), anche perché i truffatori hanno fatto buon uso delle tecnologie di falsificazione dei numeri di identificazione del chiamante. Di conseguenza, un numero telefonico dall’aspetto innocente potrebbe non esserlo affatto.

Che la voce all’altro capo dello smartphone sia registrata o sia di una persona reale, l’intento della chiamata è probabilmente lo stesso: sottrarre dati personali, denaro o entrambe le cose. Questi chiamanti possono spacciarsi per banche, agenzie governative, compagnie assicurative e qualsiasi altra organizzazione, pur di avere una scusa per richiedere pagamenti, informazioni finanziarie o numeri di identificazione.

E alcuni possono sembrare piuttosto convincenti. Altri, invece, diventano palesemente aggressivi o minacciosi. Uno degli strumenti più efficaci di queste telefonate truffa è il senso di urgenza e di paura, creato raccontando che c’è un problema proprio in quel momento e che è necessario avere certe tue informazioni immediatamente per risolvere la situazione. Questo è proprio l’indizio del fatto che devi prenderti una pausa e capire cosa sta realmente accadendo, prima di rispondere o di intraprendere qualsiasi azione. 

Suggerimenti per bloccare le chiamate automatiche 

Qualunque sia la forma delle chiamate indesiderate, ci si può proteggere e persino evitare di riceverle. Ecco qualche consiglio per iniziare: 

1) Non rispondere. Se lo fai, non dire “pronto” 

Questo semplice consiglio può in realtà essere un po’ complicato. Alcune forme di falsificazione possono essere piuttosto sofisticate, facendo sembrare una chiamata come proveniente da una persona conosciuta. Tuttavia quelle più comuni utilizzano spesso una forma di “falsificazione del vicinato” (neighbor spoofing). I truffatori utilizzano un prefisso locale o lo stesso prefisso del tuo numero telefonico per far sembrare più familiare il proprio. In breve, potresti rispondere a una di queste chiamate per errore. Se rispondi, non dire “pronto”. I truffatori sofisticati registrano la voce della vittima per utilizzarla in altre truffe, fra cui le violazioni dei conti delle carte di credito tramite i sistemi di risposta automatica delle aziende. Una registrazione di durata leggermente superiore può consentire la clonazione della voce da parte degli strumenti basati sull’intelligenza artificiale. Anzi, in alcuni casi bastano tre secondi di audio per clonare una voce con una precisione del 70%. 

2) Utilizza le funzioni di blocco chiamate del telefono e dell’operatore 

I telefoni Apple e Android dispongono di funzioni attivabili per silenziare le chiamate provenienti da numeri sconosciuti. Apple spiega qui come silenziare le chiamate, ma anche gli utenti di Android possono bloccare le chiamate di spam. Tieni presente però che queste impostazioni potrebbero silenziare anche le chiamate a cui invece vorresti rispondere, come quella di uno studio medico o di un’officina che ti comunica che l’auto è pronta. Anche i gestori di telefonia cellulare offrono il blocco e il filtraggio, come servizi di base predefiniti. Tuttavia, se non hai la certezza di questa tutela, contatta il tuo operatore. 

3) Non richiamare i numeri sconosciuti 

Supponiamo ora di trovare una chiamata sconosciuta nella segreteria telefonica. La chiamata sembra provenire da una banca o da un’azienda con notizie urgenti. Se senti il bisogno di una conferma, cerca il numero legittimo del servizio clienti nell’estratto conto, nella bolletta o nel sito Web della banca o azienda in questione, in modo da poter verificare di persona la situazione. Richiamando il numero acquisito dal telefono o lasciato in una casella vocale si potrebbe fare il gioco di un truffatore. 

4) Non cedere alle pressioni 

Come puoi vedere, i truffatori amano recitare il ruolo dell’impostore, dicendoti che c’è qualcosa che non va nella dichiarazione dei redditi, nel conto o nel tuo estratto conto. Alcuni di loro possono essere piuttosto convincenti, quindi se ti ritrovi in una conversazione in cui non ti senti a tuo agio con quanto viene detto o con il modo in cui viene detto, riaggancia e interpella la banca o azienda come indicato sopra. In generale, fai attenzione alle pressioni o alle tattiche intimidatorie e tieni per te le tue informazioni.  

5) Iscriviti al Registro delle Opposizioni 

Diversi Paesi offrono questo servizio, che di fatto è un elenco a cui le aziende e gli operatori di telemarketing fanno riferimento prima di effettuare le chiamate. Anche se questo può non impedire ai truffatori di chiamarti, può ridurre le chiamate indesiderate in generale. In Italia si chiama Registro Pubblico delle Opposizioni.   

6) Rimuovi i dati personali presenti online 

Supponiamo che truffatori e spammer abbiano ottenuto in qualche modo il tuo numero, molto probabilmente da un sito di broker di dati. I broker di dati raccolgono e vendono le informazioni personali di migliaia e persino milioni di persone. Tali informazioni provengono da fonti pubbliche, da registri pubblici e anche da terze parti, come nel caso dei dati raccolti dalle app degli smartphone e delle abitudini di acquisto memorizzate nelle carte fedeltà dei supermercati. Di certo i numeri di telefono fanno spesso parte di questo mix. È in questi casi che la nostra rimozione dei dati personali può aiutarti (disponibile solo in Stati Uniti e Canada), sottoponendo a scansione i siti di broker di dati più rischiosi e mostrandoti quali sono quelli che vendono le tue informazioni personali. Poi ti guida attraverso il processo di rimozione oppure, con determinati piani, può persino gestirla per te.  ​ 

E le app di blocco delle chiamate? 

Nei negozi online troverai diverse applicazioni per il blocco delle chiamate, gratuite o a basso costo. Sebbene queste applicazioni possano effettivamente bloccare le chiamate di spam, potrebbero dare luogo a problemi di privacy, il che è paradossale se cerchi di proteggere la tua riservatezza proprio con esse.

Queste applicazioni potrebbero raccogliere delle informazioni, come l’elenco dei contatti, i dati di utilizzo e altre informazioni relative al telefono. Come per ogni applicazione, la chiave sta nel contratto con l’utente, che dovrebbe indicare quali informazioni l’app potrebbe raccogliere e perché. Dovrebbe inoltre rivelare se queste informazioni vengono condivise o vendute a terzi. 

Qual è il rischio? Se gli sviluppatori dell’app dovessero subire una violazione dei dati, tali informazioni entrerebbero in circolazione. Nei casi in cui le informazioni vengono vendute alle società di analisi, potrebbero finire ai broker di dati online.

Presta particolare attenzione alle app gratuite. Come fanno a guadagnare? È molto probabile che generino profitti dalla raccolta e vendita dei dati, a discapito della tua privacy.

Dato che la posta in gioco è la tua riservatezza, se prendi in considerazione questa strada procedi con cautela. 

Bloccare i truffatori e le loro chiamate 

Un telefono più silenzioso è un telefono felice, almeno per quanto riguarda le fastidiose chiamate automatiche.

Sebbene bloccarne il 100% rimanga un obiettivo inarrivabile, è possibile ridurle notevolmente con i passaggi indicati qui. Fortunatamente le aziende, i legislatori e le agenzie di regolamentazione hanno preso dei provvedimenti per rendere più difficili le chiamate dei truffatori, con una combinazione di tecnologia e sanzioni più severe. L’insieme di questi elementi gioca a tuo favore e può aiutarti a sconfiggere le chiamate automatiche sul loro terreno.  

FacebookLinkedInTwitterEmailCopy Link

Mantieniti al corrente

Seguici per essere sempre al corrente delle notizie di McAfee e delle ultime minacce alla sicurezza per consumer e dispositivi mobili.

FacebookTwitterInstagramLinkedINYouTubeRSS

More from

Back to top