Sette consigli per la sicurezza digitale a scuola

By on Aug 02, 2021

Anche il prossimo anno le soluzioni ibride resteranno un must, per le scuole come per gli uffici. Sebbene le lezioni a distanza rappresentino un enorme cambiamento per gli studenti, senza dubbio offrono una modalità di apprendimento più flessibile grazie all’uso di computer, internet e app per connettere gli studenti con gli insegnanti e le risorse di studio. Tuttavia, questa tendenza non è priva di rischi, come dimostrano gli oltre 900 incidenti in materia di sicurezza informatica, tra cui violazioni dei dati personali, che si sono verificati negli Stati Uniti a partire dal 2016 (dati del K-12 Cybersecurity Resource Center). Scopriamo insieme come proteggere la sicurezza online degli studenti di tutte le età.

Suggerimenti per la sicurezza digitale a scuola 

  1. Imposta linee guida per l’uso della videocamera 

Videocamere e software di videoconferenza sono diventati parte integrante dell’esperienza di apprendimento online. All’inizio del 2020, abbiamo visto sorgere crescenti difficoltà: troppi meeting su Zoom, condivisioni involontarie e, con conseguenze meno gravi ma sicuramente esilaranti, utenti che decidevano di ravvivare l’ennesima videoconferenza della giornata impostando sfondi bislacchi. Mentre molte di queste difficoltà sono state ormai risolte, la privacy online degli studenti è ancora a rischio ogni volta che utilizzano una videocamera.

Studenti più giovani:

  • Collabora con i ragazzi e con i loro insegnanti per capire quali sono gli orari più appropriati per utilizzare la videocamera. Quando non utilizzano la videocamera del dispositivo, insegna ai tuoi figli come coprirla per garantire la privacy. Molti nuovi laptop sono dotati di un interruttore manuale che consente di bloccare la videocamera.

 

Studenti adolescenti:

  • Gli adolescenti hanno una maggiore autonomia e le app sono probabilmente una parte importante della loro vita sociale e scolastica. Per questo è importante ricordare loro di non accettare mai chat video, condivisioni dello schermo, messaggi istantanei, telefonate o file da sconosciuti, anche quando utilizzano un’app con cui hanno familiarità.
  1. Utilizza strumenti che proteggano gli studenti quando sono connessi

Per fortuna oggi sono disponibili molti strumenti che ci aiutano a esplorare in sicurezza il mondo tutto nuovo dell’apprendimento online. Una suite di sicurezza completa, come quelle di prodotti McAfee, offre tante soluzioni di sicurezza in un unico pacchetto, inclusi strumenti per:

Studenti più giovani:

  • Controllo genitori: una buona suite per il controllo genitori consente non solo di limitare l’accesso ai siti web, ma anche di impostare limiti sul tempo di utilizzo dello schermo e di tenere traccia delle attività sui dispositivi utilizzati dai ragazzi. McAfee offre il controllo genitori con McAfee Safe Family.
  • Versioni per genitori delle app di apprendimento: l’app utilizzata per le lezioni online può offrire una versione per i genitori. Spesso si tratta di una versione con meno funzionalità rispetto a quella per studenti, ma consentirà di acquisire familiarità con il software e potrebbe anche offrire il controllo di alcune impostazioni sulla privacy.

Studenti adolescenti:

  • VPN: questo è un potente strumento per proteggere la privacy online. Insegna ai tuoi ragazzi come creare una connessione sicura ogni volta che accedono a internet utilizzando una VPN (rete privata virtuale), per impedire che le loro attività e i dettagli della connessione possano essere tracciati. La VPN McAfee utilizza la crittografia di livello bancario per proteggere le informazioni private.
  1. Investi nei migliori strumenti di apprendimento 

Il portale attraverso cui i ragazzi accedono alle lezioni online rappresenta un investimento importante. Dovrà garantire una connessione sicura, nonché consentire agli utenti di comunicare facilmente e gestire le attività online che hanno bisogno di svolgere. A seconda dell’età dei tuoi ragazzi, avranno bisogno di un dispositivo adeguato alle loro esigenze. Non preoccuparti, gli esperti ci vengono in aiuto: consulta questo elenco di computer per lo studio online.

  1. Fai attenzione alle informazioni che dovrebbero sempre rimanere private 

Per agevolare l’apprendimento online sono disponibili numerose app, che quasi invariabilmente richiedono agli studenti di registrarsi, accedere e identificarsi. Indipendentemente dall’età dello studente, ecco cosa NON fare.

  • Non registrarti con un indirizzo email personale. Le scuole dovrebbero fornire un indirizzo email o un nome utente e una password.
  • Non inserire troppe informazioni personali nel profilo dell’app. Se possibile, mantieni privati dati come posizione, numero di telefono e data di nascita.
  • Assicurati che lo studente mantenga sempre private le sue informazioni di accesso alle app di scuola e che non condivida il suo account con nessuno, neanche con i compagni di classe.
  1. L’apprendimento online può essere un “affare di famiglia” 

Studenti più giovani:

  • Crea uno spazio di lavoro online che sia sufficientemente tranquillo per consentire ai ragazzi di svolgere i compiti, ma assicurati anche di poter controllare facilmente le loro attività in questo spazio.

Studenti adolescenti:

  • Considera inoltre che ogni adolescente dovrebbe poter sempre contare sull’aiuto di un adulto, che stia studiando o anche solo parlando con gli amici. Puoi offrire un buon esempio di comportamento utilizzando apertamente i dispositivi e adottando buone abitudini di sicurezza.
  1. Spiega il concetto di cittadinanza digitale 

Durante l’apprendimento in presenza, i ragazzi imparano le regole del buon comportamento in classe e sul campo da gioco. Quando si è online e si comunica su forum, chat e social media, è altrettanto importante conoscere e rispettare il concetto di “cittadinanza digitale”,

  • ovvero l’insieme di diritti, doveri e norme di condotta che regolano la vita connessa. Monitora le app che i ragazzi utilizzano per la scuola e assicurati che capiscano cosa è appropriato condividere su di esse. Dopotutto, questi messaggi potrebbero essere visibili agli amministratori della scuola o persino agli addetti alle ammissioni delle università. Aiuta i ragazzi a capire che creare uno spazio sicuro per studiare richiede l’impegno di tutti, non solo degli insegnanti.
  1. Sottolinea l’importanza delle pause offline 

La ricreazione e le piccole pause in classe sono molto importanti, perché consentono agli studenti di allontanarsi un momento dai libri, sgranchirsi le gambe e rinfrescare la mente. Lo stesso concetto si applica all’apprendimento online.

Studenti più giovani:

  • Incoraggia i bambini a fare una pausa almeno ogni 30 minuti per fare due passi e sgranchirsi un po’.

Studenti adolescenti:

  • Un adolescente può avere una capacità di attenzione più lunga, ma le pause sono comunque importanti e, soprattutto, è fondamentale che non siano trascorse davanti a un altro schermo.

Altre risorse per migliorare il benessere digitale durante l’apprendimento online

Per informazioni più dettagliate sulle raccomandazioni menzionate in questo articolo, consulta le seguenti risorse.

Risorse per genitori e tutori 

Risorse per utenti di tutte le età 

Mantieniti al corrente 

Per essere sempre al corrente delle notizie di McAfee e delle minacce alla sicurezza per utenti e dispositivi mobili, segui @McAfee_Home  su Twitter, iscriviti alle nostre newsletter, ascolta il nostro podcast Hackable? e metti Mi piace sulla nostra pagina Facebook

 

 

About the Author

McAfee

McAfee is the device-to-cloud cybersecurity company. Inspired by the power of working together, McAfee creates business and consumer solutions that make our world a safer place. Take a look at our latest blogs.

Read more posts from McAfee

Similar Blogs

Subscribe to McAfee Securing Tomorrow Blogs